I nervi cranici

Nervo olfattivo (n. olfattorio) (I coppia) si riferisce ai nervi particolarmente sensibili. Si parte dai recettori olfattivi delle membrane mucose del naso nella parte superiore dei turbinati nasali. 15-20 è un fibre nervose sottili formate dai non carnose fibre. I fili non formano un tronco comune, e penetrare nella cavità cranica attraverso la lamina cribrosa dell'osso etmoide, che sono attaccati alle cellule bulbo olfattivo (bullus olfattorio) (Fig. 254), che è un insieme di cellule mitrale. Intrecciate con i dendriti delle cellule di lampadine, fili in fibra formare il tratto olfattivo (Tractus olfattorio) (Fig. 254). Fibre olfattive modo condurre gli impulsi ai centri olfattivi sottocorticali o primaria, in cui alcune delle fibre è diretto alla corteccia cerebrale (a volta giro).

Il nervo ottico (n. opticus) (II vapore) (Fig. 254) si riferisce anche ai nervi della sensibilità speciale. Le sue fibre partire dalle cellule gangliari della retina. Essi formano il nervo entra nella cavità oculare, e poi - nella cavità cranica attraverso l'osso sfenoide canale ottico. In sfenoide, fibre nervose sovrappongono parzialmente, cioè, attraversano le fibre provenienti dalla metà mediale della retina. Ruotando verso l'altro lato, le fibre mediali sono collegati alla parte laterale delle fibre, con conseguente luogo di attraversamento inizia tratto ottico (Tractus opticus) (Fig. 254, 255), che termina in centri sottocorticali di vista, costituito dal corpo genicolato laterale del talamo e superiore colline piastra mesencefalo. Da centri sottocorticali di impulsi vengono all'analizzatore visiva, situato nella corteccia del lobo occipitale del cervello, su entrambi i lati del solco calcarina.

Nervo oculomotore (n. oculomotorius) (III coppia) (fig. 254) è misto. Oculomotoria è al livello delle colline superiori del mesencefalo, il pneumatico gambe cavo, il lato mediale del nervo esce. Dal cranio attraverso il nervo oculomotore fessura orbitale superiore passa nell'orbita e si divide in due rami - la parte superiore e inferiore. I rami del nervo oculomotore per l'adattamento muscolare, sollevamento della palpebra superiore, in alto, interno e muscoli retti inferiori e muscolo obliquo inferiore del bulbo oculare.

Nervo trocleare (n. trochlearis) (coppia IV) (fig. 254) si riferisce ai nervi motori. Il nucleo del blocco del nervo è situato nel mesencefalo. Costeggiando il piede con il lato laterale del cervello, il nervo va alla base del cervello, passando tra lo stelo e dei lobi temporali. Poi, insieme con oculomotore esce dal cranio nella cavità oculare e fornisce il muscolo obliquo superiore dell'occhio.

Nervo trigemino (n. trigemino) (vapore V) (fig. 254) è misto. È isolato nucleo motore, che è sul coperchio del ponte e dando luogo a fibre che formano la radice del motore (radix motoria) e nucleo sensibile. Fibre sensoriali di come le cellule ganglio trigeminale (ganglio trigeminale) e formano una radice sensibile (radix sensoriale). Sia la spina dorsale fuori del cervello al ponte di confine e gambe centrali del cervelletto e si divide in rami orbitali, mascellari e mandibolari. Nervo oftalmico (n. oftalmico) (Fig. 265) sensibile, fuori del cranio nell'orbita attraverso lo spazio verhneglaznichnuyu ed è diviso in tre rami:

- Nervo frontale (n. frontalis), che consente più rami che vanno al fronte e del naso;

- Nervo lacrimale (lacrimalis n.), che si estende lungo la parete esterna dell'orbita e termina nella ghiandola lacrimale e palpebra superiore;

- Nosoresnichny nervo (n. nasociliaris), di andare al bulbo oculare, palpebre, sacco lacrimale, la mucosa delle cellule reticolari seno sfenoidale, cavità nasale e la pelle nasale.

Del nervo mascellare (maxillaris n.) (fig. 265) è anche sensibile. Esce del cranio nel pterigopalatino-palatina fossa attraverso un foro rotondo, e inviati al orbita attraverso la fessura infraorbitale. Poi passa attraverso la scanalatura infraorbitale e canale infraorbitale. Su questa parte del nervo mascellare viene chiamato nervo infraorbitale (n. infraorbitalis). Si passa attraverso il forame infraorbitale e nella pelle del viso. Per tutto il tragitto dal nervo mascellare si dipartono i rami seguenti:

- Nervo zigomatico (n. zigomatico) va per la pelle del collo e della regione temporale anteriore;

- Del nervo alveolare superiore (nn. alveolare superiores) forare lo spessore della mascella superiore, formando il plesso dentale superiore, i cui rami innervano le gengive e dei denti della mascella superiore;

- Nervi Palatine (nn. Palatini) sono di palatali e canali grandi e piccoli e penetrare nella cavità orale attraverso i fori grandi e piccole palatali, dirigendosi alla mucosa del palato duro e molle;

- Posteriori rami nasali (rr. nasales posteriore) andare alla mucosa della cavità nasale attraverso il forame palatino-sfenoide.

Mandibolare del nervo (n. mandibularis) (fig. 265) è mescolato, che esce dal cranio attraverso il forame ovale nell'ala maggiore sfenoide e rami in sensoriali, motori, e rami misti.

Rami sensibili includono:

- Ushno-temporale del nervo (n. auriculotemporalis), di andare al fronte l'orecchio, condotto uditivo e il tempio della pelle;

- Del nervo vestibolare (n. buccalis), che innerva la mucosa buccale;

- Nervo linguale (n. linguale), dando rami che si verificano nei primi due terzi della parte posteriore della lingua.

Rami del motore sono:

- Nervo da masticare (n. massetericus) (fig. 265), che innerva i muscoli masticatori;

- I nervi temporale profonda (nn. temporales profundi) (Fig. 265), legato al muscolo temporale;

- Il nervo pterigoideo mediale e laterale (nn. pterygoidei et mediale laterale) (Fig. 265), adatta ai muscoli con lo stesso nome;

- I muscoli nervosi che piegano il velo (n. tensoris velo palatino), che fornisce i muscoli con lo stesso nome, e il palato molle;

- I muscoli nervosi che piegano il timpano (n. timpani tensoris), innervano il muscolo con lo stesso nome.

Ramo misto è il nervo alveolare inferiore (n. alveolare inferiore) (Fig. 265). Si va al ramo motore della mandibola-ioide muscolare e il ventre anteriore del muscolo digastrico. Poi, passando attraverso l'apertura della mandibola nel canale omonimo, dà rami che formano il plesso dentale inferiore, fornendo così le gengive e denti della mascella inferiore. Il ramo finale del nervo alveolare inferiore è chiamato nervo mentale (n. mentalis), passa attraverso il forame mentale della mandibola e viene diretto al labbro inferiore e pelle mento.

Abducens (n. abducente) (coppia VI) (fig. 254) si riferisce ai nervi motori. Il suo nucleo si trova nella zona del ponte, in cui il nervo entra nella base del cervello, passando tra una piramide e un ponte. Dal cranio abducente verhneglaznichnuyu attraverso la fessura nella cavità oculare, che innerva il muscolo retto laterale del bulbo oculare.

Nervo facciale (n. facialis) (VII pair) (Fig. 254, 265) è anche un nervo motore, il cui nucleo è nella zona del ponte. Passando tra il ponte e l'olivo, il nervo è sulla base del cervello, e quindi attraverso l'apertura acustica interna penetra nell'osso temporale. Passando il condotto uditivo interno e il canale del nervo facciale, le uscite del nervo facciale attraverso l'apertura stilo-mastoideo all'esterno della base del cranio. Passando attraverso lo spessore della ghiandola parotide e si dirama in due rami terminali, le forme nervose sulla faccia come zampe di gallina più grande. Rami terminali del nervo facciale è divisa in temporale, zigomatico, buccale. Anche isolato ramo cervicale del nervo facciale e il ramo mandibolare marginale. Rami terminali innervano ventre posteriore del muscolo digastrico, i muscoli di espressione facciale, e in parte platisma.

Vestibolo-cocleare del nervo (n. vestibulocochlearis) (VIII vapore) (fig. 254) è una particolare sensibilità per i nervi e si compone di due parti: il nervo vestibolare (Vestibolare radix) e la radice cocleare (radix cochlearis), a partire dal piramide dell'osso temporale in quello interno orecchio. Nervo vestibolare conduce gli impulsi da un dispositivo statico, che si trova sulla soglia dei canali semicircolari dell'orecchio interno. Impulsi nervosi cocleare è un organo conduttore del Corti, situato nella coclea dell'orecchio interno e risponde agli stimoli uditivi. Entrambi i nervi uscire dalla piramide dell'osso temporale nel cervello attraverso l'apertura acustica interna, passando attraverso il condotto uditivo interno. Loro posto si trova all'uscita laterale del nervo facciale. Fibre nervose end nei nuclei di questi nervi, che si verificano negli angoli laterali della fossa romboidale.

Nervo glossofaringeo (n. glossopharyngeus) (coppia IX) (fig. 254) è mescolato, con una predominanza della parte sensibile. Fibre sensitive partono da siti sensibili situate nel forame giugulare, attraverso il quale il nervo glossofaringeo emerge dal cranio, e il motore, così come il nervo vago - dai dual-core cellule, che si verifica nella fossa romboidale.

Nervi sensoriali sono:

- Jacobson nervo (n. tympanicus), vicino alla cavità timpanica, dove forma un plesso, i cui rami vengono inviati alla mucosa del timpano e tubo uditivo;

- Rami linguali (rr. linguales), che innervano il terzo posteriore della lingua;

- Rami faringei (rr. pharyngei), legati alla mucosa della faringe;

- Rami di dell'amigdala (rr. tonsillares), che sono adatti per la mucosa delle tonsille e archi.

I nervi motori sono:

- Muscolo Branch shiloglotochnoy (r. musculi stylopharyngei), shiloglotochnuyu innervano muscoli;

- Rami faringei (rr. pharyngei), che si combinano con il nervo vago, vengono inviati ai muscoli della faringe.

Il nervo vago (n. vago) (coppia di X) (Fig. 254, 266, 267) è misto. Le sue fibre motorie avviare il nucleo motore di cellule, e sensibile - le cellule gangliari sensibili dal che si verificano nel forame giugulare. Dal cervello delle uscite del nervo vago parte posteriore del olivo, e il cranio - attraverso il forame giugulare e si divide in molti rami, diretti verso gli organi della testa, del collo, cavità toracica e addominale.

Regione della testa comprende:

- Un ramo del cervello (r. meningeus), la guida alla dura madre della fossa cranica posteriore;

- Ear ramo (r. auricularis), che fornisce la pelle dell'orecchio e del canale auricolare.

Cervicale comprende:

- Rami faringei (rr. pharyngei), che partecipano alla formazione del plesso faringeo, unendo i rami del nervo glossofaringeo e innervano i muscoli della faringe e gli archi palatini, e nervi sensoriali innervano la mucosa della faringe;

- Nervo laringeo superiore (n. laryngeus superiore), innervano la mucosa della laringe, che si trova al di sopra delle corde vocali, e alcuni muscoli della laringe;

- Rami superiore ed inferiore del cuore (rr. cardiaci cervicales Superiores et inferiores), che partecipano alla formazione del plesso cardiaco che innervano il cuore.

Toracica comprende:

- Nervo laringeo ricorrente (n. laryngeus recurrens) (Fig. 266), che, ramificazione, innerva la trachea e l'esofago, e suoi rami terminali, chiamato nervo inferiore laringeo (n. laryngeus inferiore), viene inviato alla mucosa e muscoli della laringe;

- Rami cardiaci toracici (rr. cardiaci thoracici), coinvolti nella formazione del plesso cardiaco;

- Rami bronchiali e tracheali (rr. bronchiales tracheales et), andando alla mucosa, muscolo liscio e le ghiandole dei bronchi e trachea;

- Filiali esofagee (rr. esophagei), innervano la parete esofagea.

Sezione addominale comprende:

- Rami gastrici anteriori e posteriori (rr. gastrici Anteriores Posteriores et), che scendono dal esofago allo stomaco, formando un anteriore e posteriore del plesso gastrico e la fornitura della mucosa e cancro gastrico;

- Rami Celiaci (rr. celiaci) sono un'estensione dei nervi gastrici ed i vasi sanguigni con il plesso simpatico inviato al pancreas, fegato, milza, reni, intestino tenue e del colon, fino al sigma.

Fig. 265.
Schema del nervo testa
1 - ramo del nervo facciale;
2 - nervo oftalmico;
3 - nervo mascellare;
4 - nervo mandibolare;
5 - profondo del nervo temporale;
6 - laterale del nervo pterigoideo;
7 - mediale del nervo pterigoideo;
8 - nervo masticare;
9 - anteriore del nervo auricolare;
10 - posteriore del nervo auricolare;
11 - nervo alveolare inferiore;
12 - del nervo facciale;
13 - nervo ipoglosso
Fig. 266.
I nervi del collo
1 - nervo ipoglosso;
2 - nervo accessorio;
3 - nervo frenico;
4 - il nervo vago;
5 - nervo laringeo ricorrente;
6 - pericardio;
7 - polmone destro;
8 - pleura;
9 - intramuscolare plesso diaframma
Fig. 267.
I nervi del collo e delle spalle
1 - nervo ipoglosso;
2 - nervo accessorio;
3 - piccolo nervo occipitale;
4 - plesso cervicale;
5 - il nervo vago;
6 - i nervi sovraclaveari;
7 - i nervi mediale e laterale pettorali;
8 - lungo nervo toracico;
9 - rami dei nervi intercostali

Nervo accessorio (n. accessorius) (coppia XI) (Fig. 254, 266, 267) si riferisce ai nervi motori, e consiste di due parti. Wandering parte del nervo accessorio è rappresentato da radici cranici (radices craniales), a partire dal nucleo del motore che si trova nel midollo allungato, e fuori il cervello di un ulivo, sotto il nervo vago. Per le parti della colonna vertebrale sono radici spinali (spinales radices), voce dal midollo spinale e fuori nella cavità cranica attraverso il forame magno. Dopo l'uscita delle due parti insieme e il tronco comune dal cranio attraverso il forame giugulare, dove ancora una volta diviso in rami interni ed esterni. Ramo interno va al nervo vago, e l'esterno è in arrivo ai muscoli trapezio e sternocleidomastoideo.

Nervo ipoglosso (n. ipoglosso) (XII vapore) (fig. 254, 265, 266, 267) si riferisce anche ai nervi motori. Si parte dal nucleo, che si verifica nella fossa romboidale, e, passando tra la piramide e l'olivo, fuori del cervello nel cranio, e da lì attraverso il nervo ipoglosso va ai muscoli della lingua. Uno dei suoi rami, cadendo, collegato con il ramo del plesso cervicale e partecipa alla formazione del loop collo che innervano i muscoli del collo, che si trovano sotto l'osso ioide.





Elenco delle abbreviazioni

a., aa. — arteria, arteriae (arteria, l'arteria)

lig., ligg. — ligamentum, ligamenta (legamento)

m., mm. — musculus, musculi (muscolo, muscolare)

n., nn. — nervus, nervi (nervose, nervi)

r., rr. — ramus, rami (filiali, succursali)

s. — seu (o)

v., vv. — vena, venae (vienna, vene)