Fegato

Fegato (hepar) (Fig. 151, 158, 159, 165, 166) è la più grande ghiandola del corpo umano, la sua massa raggiunge 1,5-2 kg e dimensioni - 25-30 cm Si trova nella parte superiore della cavità addominale sotto cupola del diaframma, occupando principalmente ipocondrio destro, ed ha la forma del tappo fungo con una superficie convessa superiore, che è chiamato il diaframma (diaphragmatica facies) e corrisponde al contorno del diaframma cupola, e una parte della superficie concava interna inferiore (facies visceralis). La superficie inferiore è diviso in quattro lobi tre scanalature, una delle quali è legamento rotondo del fegato (lig. teres hepatis) (Fig. 165, 166). Inoltre, il fegato secerne una leggermente convessa della superficie diaframmatica (pars posteriore) e un bordo inferiore affilato (margo inferiore) (Fig. 165), che separa la parte anteriore delle superfici superiore e inferiore.

Superficie convessa del fegato è attaccato alla membrana del legamento falciforme del fegato (lig. falciforme hepatis) (Fig. 165) e il legamento coronarica del fegato (lig. coronarium hepatis) (Fig. 165), e il contatto interno con il polo superiore del rene destro e ghiandola surrenale. Legamento coronarico nelle estremità sinistra e destra del fegato forma un legamento triangolare (lig. triangulare hepatis) (Fig. 165, 166). Oltre ai legamenti, il fegato è tenuto in posizione da una piccola ghiandola, vena cava inferiore e lo stomaco e l'intestino inferiore adiacente.

Crescent legamento divide il fegato in due metà. La maggior parte di essi si trovano sotto la cupola destra del diaframma e si chiama il lobo destro del fegato (lobus hepatis dexter) (Fig. 165, 166), una minoranza - il lobo sinistro del fegato (lobus epatico sinistro) (Fig. 165, 166).

Sulla superficie superiore del cuore è la rientranza (impressio cardiaca). La superficie interna è di massima, con tracce di organi adiacenti rientro: rene (rene destro) rientro (impressio renalis) (Fig. 166), il rientro del surrene (impressio suprarenalis) (Fig. 166), duodeno-intestinale indentazione (impressio duodenalis) (fig. 166 ) e del colon-enterico indentazione (impressio Colica) (Fig. 166). Nella parte inferiore delle scanalature sono tre (due longitudinali ed una trasversale), dividendolo per il lobo destro, il lobo sinistro, la parte posteriore, o coda, azione (lobus caudatus epatica) (fig. 166) e la parte anteriore, o quadrato, la proporzione (lobus quadrato epatica ) (Fig. 166). Scanalatura trasversale contiene la porta del fegato (porta hepatis), attraverso il quale il dotto epatico comune (ductus hepaticus communis) (Fig. 166, 168), Vienna cancello (v. portae) (Fig. 166, 215), l'arteria epatica (a. hepatica propria) (fig. 166), e nervi. Nelle svuota dotto epatico comune nel dotto cistico (ductus cysticus) (Fig. 166, 168) per formare il dotto biliare comune (dotto coledoco) (Fig. 151, 166, 168), che si fonde con il dotto pancreatico, e si svuota nella parte discendente del duodeno . Nella fessura longitudinale a destra è la cistifellea, che raccoglie la bile.

Elemento strutturale del fegato è il lobulo epatico (lo-buli epatica) (fig. 167) si formano le cellule del fegato - epatociti. Epatociti sono disposti come una serie di travi radiali intorno alla vena centrale (v. centralis) (Fig. 167). Tra le file di epatociti disposti radialmente sono vene interlobulari (vv. interlobulares) e le arterie interlobulari (aa. interlobulares), che rappresentano i capillari dei sistemi di arteria epatica e vena porta. Flusso capillare nei segmenti venosi centrali, che a sua volta il flusso nelle (sublobular) vene collezionismo, e cadono nelle vene epatiche (vv. Hepaticae) (fig. 167), che sono affluenti della vena cava inferiore (v. cava inferiore ).

IFig. 165.
Fegato superficie diaframmatica
1 - legamento coronario del fegato;
2 - diaframma;
3 - legamento triangolare del fegato;
4 - legamento Crescent del fegato;
5 - lobo destro del fegato;
6 - lobo sinistro del fegato;
7 - legamento rotondo del fegato;
8 - un bordo inferiore affilato;
9 - cistifellea

Tra le cellule dei lobuli del fegato sono la bile capillari o scanalature (ductuli biliferi) (fig. 167), che, incorporando lobuli di fuori, le scanalature di forma interlobulari (ductuli interlobulares) (fig. 167), che formano i dotti epatici destro e sinistro (ductuli hepatis dexter et sinistra), Sobir-yuschiesya nel dotto epatico comune.

Il diametro del fegato lobuli di 1-2 millimetri.

Fig. 166.
La superficie inferiore del fegato
1 - lobo sinistro del fegato;
2 - legamento triangolare del fegato;
3 - posteriore (coda) lobo del fegato;
4 - indentazione surrenalica;
5 - indentazione renale;
6 - arteria epatica;
7 - Porta di Vienna;
8 - il dotto biliare comune;
9 - dotto epatico comune;
10 - il dotto cistico;
11 - il lobo destro del fegato;
12 - duodeno-intestinale indentazione;
13 - legamento rotondo del fegato;
14 - colon-enterica indentazione;
15 - anteriore (quadrato) azione;
16 - Cistifellea
Fig. 167.
fegato lobulo
1 - epatica Vienna;
2 - fette di fegato;
3 - la vena centrale;
4 - arterie interlobulari;
5 - interlobulari gola;
6 - bile capillari

 






Elenco delle abbreviazioni

a., aa. — arteria, arteriae (arteria, l'arteria)

lig., ligg. — ligamentum, ligamenta (legamento)

m., mm. — musculus, musculi (muscolo, muscolare)

n., nn. — nervus, nervi (nervose, nervi)

r., rr. — ramus, rami (filiali, succursali)

s. — seu (o)

v., vv. — vena, venae (vienna, vene)